3 settimane

Un drone per far ‘volare‘ l’Eurovision Song Contest 2022 e raccontare le grandi bellezze artistiche, naturali e paesaggistiche del nostro Paese, sorvolando in lungo e in largo l’Italia per poi planare all’interno del Pala Olimpico di Torino

Accadrà nelle postcard che durante le serate del 10, 12 e 14 Maggio saranno abbinate ad ognuno dei 40 Paesi in gara e ai rispettivi artisti e realizzate grazie alla collaborazione con il Ministero del Turismo, Enit, la Regione Piemonte e la città di Torino che hanno sostenuto il progetto. Un moderno affresco delle bellezze del Paese per raccontare gli scenari mozzafiato dell’Italia.
Il protagonista sarà Leo, un drone curioso ed entusiasta che, grazie a una tecnica di ripresa che unisce il drone acrobatico a quello stabilizzato, insieme alla Cgi e alla grafica in postproduzione, verrà chiamato ogni volta dai conduttori per lanciare i concorrenti in gara.
Si parte dalla Sardegna, con la località di Barumini abbinata all’Albania per arrivare, al termine della seconda semifinale, a Caserta, accostata alla Repubblica Ceca. Per la serata finale, invece, le cinque Big Five (Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna) saranno abbinate ad altrettanti luoghi suggestivi del Piemonte, la regione che ospita la manifestazione.
All’inizio, Leo si farà emozionare dai luoghi, poi ‘normalizzerà‘ il suo volo per guardarli più da vicino. Si muoverà, infine, nella bellezza dei diversi scenari italiani, portando con sé e proiettando alcune foto che raccontano i protagonisti dell’Eurovision Song Contest 2022 e il loro mondo artistico, ma anche contributi video inediti di ogni concorrente.