Ad Amantea un progetto culturale al servizio dello sviluppo sostenibile

Sarà presentato il prossimo 9 Settembre alle ore 20:30 nel corso di un Convegno che si terrà al Convento San Bernerdino di Amantea, il Progetto Ulisse.

Con questa idea, al quanto originale, si vuole restituire alla città le sue origini epiche e, nel contempo, diffondere fra gli abitanti un messaggio su come assicurare alcuni fondamentali servizi di pubblica utilità.

Nelle intenzioni dei promotori, infatti, saranno sette le statue che raffigureranno alcuni protagonisti e diversi momenti dell’Odissea (famoso poema omerico), il cui numero, in fondo, non è affatto casuale poiché Amantea, proprio come la parola Odissea, è composta da sette lettere.

Intanto, l’Associazione Commercianti, promotrice dell’iniziativa, ha già avviato una serie di contatti allo scopo di reperire fondi da destinare al progetto.

Nello specifico, le sette statue legate all’Odissea realizzate dallo scultore Alfonso Bonavita, non saranno solo attrattive da un punto di vista estetico, ma produrranno anche energia solare rinnovabile per la ricarica dei mezzi elettrici, dei cellulari e del personal computer.

Le opere, una volta implementate, integreranno una postazione multimediale per l’utilizzo della rete e serviranno, inoltre, ad illuminare il luogo in cui saranno posizionate.

Una meritoria iniziativa, dunque, che aiuterà la Comunità ad avviare un interessante percorso di sviluppo sostenibile.