2 settimane

Un totem multimediale al Binario 1 ricorda gli ebrei romani che furono deportati ad Auschwitz e Birkenau

La struttura, inaugurata alla presenza del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, vuole ricordare gli oltre mille italiani di religione ebraica che 81 anni fa partirono dalla Stazione Tiburtina. Dopo 5 giorni di viaggio dalla Capitale, i deportati arrivarono ad Auschwitz e Birkenau.
Solo 196 superarono la prima selezione, mentre tutti finirono nelle camere a gas. Alla fine della guerra fecero ritorno in Italia solo 16 sopravvissuti, di cui 15 uomini e una donna, ma nessun bambino. «L’inaugurazione del Binario è un altro tassello di una politica della memoria fatta di segni tangibili e concreti della nostra città» ha, poi, ricordato il Sindaco Roberto Gualtieri.
Il progetto del Binario della Memoria, ha preso il via lo scorso anno con il primo totem informativo al Binario 21 della Stazione di Milano. «Lo sterminio degli ebrei romani da parte del nazifascismo – ha, infine, concluso il primo cittadino – è un crimine che dobbiamo ricordare sempre, per sviluppare gli anticorpi contro il razzismo e l’intolleranza. Nessuno deve dimenticare le tragedie da cui è nata la nostra Repubblica, nonché l’importanza dei valori della nostra Costituzione».