Da Settembre a Scuola in presenza

Via libera in Consiglio dei Ministri al nuovo Decreto Sostegni, che contiene un importante pacchetto di misure anche per il mondo dell’Istruzione. Dalle norme per l’avvio del nuovo Anno Scolastico, al Fondo per affrontare l’emergenza sanitaria, fino al piano di reclutamento pensato per coprire le Cattedre vacanti

E’ inutile nascondere che le Scuole, in vista di Settembre 2021, puntano al pieno ritorno alla normalità. «Il Governo conferma il proprio impegno nel mettere la Scuola al centro – ha dichiarato il Ministro Bianchi Continuiamo a stanziare risorse per la sicurezza di studentesse, studenti e di tutto il personale, in vista della ripresa di Settembre».

Il provvedimento varato, infatti, consente di velocizzare l’iter delle procedure necessarie per l’avvio del prossimo Anno Scolastico. In particolare, le assunzioni degli insegnanti, ma anche le assegnazioni provvisorie, le utilizzazioni e le attribuzioni dei supplenti alle Scuole da parte degli Uffici territoriali del Ministero si realizzeranno non oltre il 31 Agosto, data entro la quale, di solito, terminavano le sole assunzioni in ruolo.

Inoltre, il Ministro ha firmato a Palazzo Chigi con le Organizzazioni Sindacali il Patto per la Scuola al centro del Paese. «Sono convinto che la via intrapresa, quella del dialogo e del Patto – ha concluso Bianchi, resti la via necessaria per trovare delle soluzioni per il Paese. Questo Patto è la base per gli sviluppi successivi. Vogliamo andare avanti e quindi prendiamo questo come un punto di partenza, che abbiamo costruito insieme, per rimettere la Scuola al centro».