8 mesi

Da Zakaria a Pogba, passando per Paredes, tutte la volte che il livornese ha fallito

A Torino, si può dire, che Massimiliano Allegri ha trovato davvero il benestare. Nonostante i suoi ripetuti disastri, la Società ha continuato a dargli fiducia come se nulla fosse. Eppure, a parte i clamorosi errori, ma serebbe meglio parlare ‘orrori’ compiuti sul mercato, anche Giuntoli sembra tuttora assecondarlo, vedi infatti la vicenda Lukaku.
Con lui, d’altronde, il giovane attaccante serbo non ha mai trovato il modo di sprigionare il suo infinito pontenziale ed ora rischia di passare al Chealse in cambio di un calciatore che a Milano verrà, soprattutto, ricordato per i suoi clamorosi sbagli sotto porta in occasione delle finali di Champions ed Europe League.
Come se non bastasse, per l’allenatore toscano, occorre aggiungere i suoi limiti nella gestione di Federico Chiesa, autentico talento di casa nostra, che con mister Allegri, a parte il grave infortunio subito, non è mai riuscito ad esprimersi a certi livelli, tant’è che la sua permanenza alla Juventus appare ancora a rischio.
L’unica attenuate, nella pessima gestione della squadra, continua ad essere il ‘governo’ di qualche giovane che è riuscito, comunque, a mettersi in mostra. Per il resto è stato un vero fallimento, tant’è che negli ultimi Campionati la squadra non è riuscita più a vincere, cosa fra l’altro difficile, se non improbabile, dalle parti della Continassa. Quest’anno, però, non ci sono più alibi, per un mister poco amato dalla tifoseria bianconera.

*L’immagine in evidenza è a cura di Daniele Badolato / Getty Images