I giovani e la Scuola ricordano a Montecitorio le vittime delle Foibe

Nell’Aula dei Gruppi parlamentari si sono svolte le celebrazioni del Giorno del Ricordo, alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella, dei Presidenti di Camera Roberto Fico e del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati

La Giornata, finalizzata a conservare e a rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale, è stata anche l’occasione per premiare alcune classi vincitrici dell’XI edizione del Concorso Nazionale 10 Febbraio. Pola, addio!.

Come ogni anno, infatti, il Ministero dell’Istruzione ed i rappresentanti delle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati hanno promosso una serie di iniziative di studio, fra le quali un seminario tematico per docenti e un concorso rivolto alle studentesse e agli studenti delle Scuole primarie, secondarie di I e II grado.

I ragazzi sono stati invitati a realizzare opere, illustrazioni o elaborati video per ripercorrere le vicende drammatiche degli sgomberi e dell’esodo di massa dalla città di Pola, tema scelto per questa edizione. Proprio ai contributi considerati più significativi e selezionati dalla commissione giudicatrice è stato dedicato uno spazio speciale all’interno del video trasmesso alla Camera dei Deputati e aperto dal saluto della Ministra Lucia Azzolina.

Intanto, il Presidente della Repubblica, nel commemorare le vittime, ha voluto ricordare che: «Le sofferenze, i lutti, lo sradicamento, l’esodo a cui furono costrette decine di migliaia di famiglie nelle aree del confine orientale, dell’Istria, di Fiume, delle coste dalmate sono iscritti con segno indelebile nella storia della tragedia della Seconda Guerra Mondiale e delle sue conseguenze».