2 settimane

Secondo quanto emerge dallo studio, risulta rilevante il gender gap nel mondo del cinema e dell’audiovisivo nel nostro Paese

L’Osservatorio, istituito nel Novembre 2021, a un anno dall’avvio delle sue attività e in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, ha prodotto una prima relazione sul gender gap nei diversi ambiti culturali ed un focus sul cinema e l’audiovisivo.
«Dalla relazione – ha sottolineato la Coordinatrice dell’Osservatorio Celeste Costantinoviene fuori una condizione di squilibrio generalizzata nei vari ambiti con alcuni dati incontrovertibili: disparità di potere fra uomini e donne, sottorappresentazione femminile nei prodotti culturali e squilibrio nelle retribuzioni».
Inoltre, risalta una forte sottorappresentazione delle donne in tutte le tipologie di programmi televisivi. Per quanto riguarda, invece, la retribuzione le donne sono pagate mediamente meno dei loro colleghi.
«La relazione dell’Osservatorio – ha, infine, concluso la Costantinorappresenta uno strumento nuovo a supporto di quanto il Ministero della Cultura sta già facendo, da anni, attraverso le proprie attività per sostenere e promuovere il giusto riconoscimento del ruolo delle donne nel mondo della cultura».