Per il Cosenza serve una scossa. Ancora nessuna vittoria in casa

In prossimità del posticipo in programma Lunedì 4 Novembre alle ore 21:00 allo Stadio San Vito-Marulla contro la Cremonese di mister Baroni, subentrato di recente all’esonerato Rastelli,  i rossoblù, nella seduta pomeridiana di allenamento hanno dato vita ad un mini torneo di partitelle a campo ridotto, completandolo con delle esercitazioni tecnico-tattiche. Domani pomeriggio nuova sessione di allenamento a porte chiuse, mentre nella tarda mattinata (ore 12:00), mister Braglia parlerà nella consueta Conferenza stampa.

E’ chiaro che la sconfitta inflitta dall’Entella, soprattutto per come è maturata, mette in apprensione la tifoseria cosentina, che dopo la 10^ giornata di Campionato vede i propri beniamini occupare il terzultimo posto in classifica. Oltremodo, l’infortunio di Kone ha incupito ulteriormente gli umori della piazza per un’infermeria sempre più affollata.

Il Cosenza, d’ora in avanti, deve assolutamente cercare quella continuità di prestazioni e risultati che possono sicuramente farle risalire posizioni aprendo una fase di assestamento verso acque più tranquille. E’ vero che 3 gare in una settimana generano stanchezza ed affaticamento, ma si tratta di un tour de force al quale sono sottoposte anche le altre squadre.

Nonostante in casa non sia ancora arrivata nessuna vittoria restiamo, comunque, fiduciosi per cui rivolgiamo ai ragazzi un forte incoraggiamento, anche perché, in questo mese di Novembre, dopo la gara di Lunedì, li rivedremo giocare al San Vito-Marulla nell’anticipo di Venerdì 29 contro lo Spezia. La squadra, tuttavia, è in trasferta che sin qui ha totalizzato il maggior numero di punti, a dimostrazione del fatto che il famoso “fortino” dello scorso anno è oramai da tempo sotto assedio. Serve, dunque, una scossa.