Presentata la tappa canora del Cantagiro nelle città di Rende e Cosenza

«Una scuola di musica permanente nel Centro storico di Rende». L’Assessore Domenico Ziccarelli e il patron Enzo De Carlo hanno lanciato l’iniziativa durante la presentazione del Cantagiro, storica kermesse musicale che dall’8 Giugno farà tappa nell’Area urbana

«Sarebbe un’opportunità unica per la nostra città che, nonostante la crisi pandemica in atto, ha sempre tenuto duro. La rinascita economica parte anche dalla valorizzazione dei nostri beni culturali. Coniugare i diversi asset significa creare una rete di servizi che gioveranno alla ripresa della nostra Comunità», ha affermato Ziccarelli, Assessore con delega alle Attività produttive.

Anche De Carlo ha lanciato il suo appello in favore dei giovani: «puntare sul talento dei giovani, fare delle proprie passioni un mestiere è ciò su cui puntiamo. Che ciò possa avvenire in maniera strutturata e continuativa nel borgo antico di Rende significherebbe sostenere i nostri ragazzi, i loro sogni in uno dei posti più suggestivi della Calabria».

La manifestazione patrocinata dal Comune di Rende prenderà il via Martedì 8 al Museo del Presente con uno stage di alta formazione musicale con Maria Grazia Fontana, una fra i più importanti vocal coach italiani, pensato per giovani cantanti e musicisti che parteciperanno alle audizioni e ai casting che daranno accesso alle fasi nazionali del concorso.

La kermesse promossa dall’Associazione culturale Calabriartes, si concluderà con il Gran Gala in programma Domenica 13 Giugno alle ore 18:00 al Teatro Rendano con Katia Ricciarelli, Edoardo Vianello, la Little Tony Family e condotto da Attilio Fontana e Francesca Russo: «volti legati da sempre al Cantagiro. Ricorderemo Little Tony che tanto ha dato alla musica italiana» ha, inoltre, aggiunto De Carlo.

Lo stage si sposterà nelle prestigiose location dell’Area urbana quali il Teatro di tradizione Alfonso Rendano di Cosenza, i Centri storici di Rende e Cosenza, il Museo Civico di Rende, l’Accademia d’Arte Liutaia Calabrese, il Chiostro della Chiesa di San Domenico a Cosenza. Il progetto è stato cofinanziato dalla Regione Calabria nell’ambito del bando Eventi Storicizzati annualità 2019. Il patron De Carlo ha infine donato alla città di Rende una targa ricordo «segno di riconoscenza verso l’Amministrazione Manna che da sempre ci ha sostenuto».