2 settimane

Partita in equilibrio che permette ai Lupi di conquistare un punto prezioso

Buon possesso palla del Cosenza, che sin dalle prime battute di gioco ha preso in mano la partita. Gliozzi, tuttavia, ha attaccato subito la porta di Micai, provandoci al 2′ minuto. Al 9′ si è fatto vedere Forte che ha alzato sulla traversa, ma in modo imprevedibile il Modena al 16′ è passato in vantaggio, con la difesa rossoblù rimasta immobile su una verticale profonda, che ha trovato Gliozzi libero di calciare sul vertice alto dell’area calabrese.
Difesa, purtroppo, posizionata in modo imbarazzante, nonostante gli uomini di Caserta sono sembrati, per lunghi tratti, dominare il proprio fraseggio. Per fortuna, però, è toccato al solito Tutino travare la soluzione efficace, quando al 23′, su assist di Gyamfi, ha anticipato la marcatura dell’avversario e di testa ha insaccato in rete. E’ stato l’1 a 1 per i Lupi che, da quel momento, hanno rimesso in equilibrio il risultato.
La possibilità del vantaggio silano è arrivata, comunque, al 27′ con il missile calibrato di Marras sul quale Siculin ha compiuto un vero miracolo. Anche Micai è rimasto vigile al 31′, opponendosi alla bella conclusione dalla distanza di Ponsi. Al 39′, invece, è toccato ad Abiuso impattare debolmente la palla e non approffittare della ghiotta occasione scaturita a pochi passi dalla linea di porta.
Il tempo si è concluso, quindi, in parità con le squadre impegnate, nell’arco dei 45′ minuti, a produrre un discreto  spettacolo, in cui entrambe non sono riuscite ad avere la meglio. Cosenza, naturalmente, con un maggior possesso palla che non è, comunque, servito a mettere sotto il Modena che, al controrio, in più di una circostanza, si è reso minaccioso.
Nalla ripresa, com’era d’altronde prevedibile, i ritmi sono calati. Al 50′ è stato ancora Ponsi a concludere su una palla vagante in area rossoblù, mentre al 54′ l’instancabile Tutino ha calciato direttamente in porta, con Seculin che si è fatto trovare pronto. Al 66′ l’Arbitro Camplone non ha visto la deviazione di Micai su punizione di Battistella ed, infine, all’86, con l’aiuto della Var, ha mandato anzitempo Marras ad accomodarsi negli spogliatoi, per un discutibele fallo su Cotali.
«Alla vigilia del match si era parlato di una gara scorbutica – ha, poi, detto mister Bianco a fine partita – così si è rivelata. I punti in palio ogni Sabato diventano pesanti, oggi raccogliamo un pari che dà continuità al nostro lavoro. La partita è stata bella da vedere, soprattutto nel primo tempo, nel quale abbiamo approcciato molto bene ed è stato un peccato non andare a riposo in vantaggio».
IL TABELLINO DEL MATCH:
MODENASeculin; Riccio, Zaro, Cauz; Ponsi, Battistella (87′ Bozhanaj), Gerli, Santoro (79′ Cotali), Corrado (79′ Magnino); Gliozzi, Abiuso (64′ Di Stefano). A disposizione – Vandelli, Gagno, Pergreffi, Vukusic, Tremolada, Bozhanaj, Mondele – All. Paolo Bianco
COSENZA: Micai; Gyamfi, Camporese, Venturi, Frabotta; Zuccon (87′ Voca), Praszelik; Marras, Mazzocchi (87′ Fontanarosa), Tutino (90 + 3′ Crespi); Forte (81′ Florenzi). A disposizione: Lai, Marson, D’Orazio, Cimino, Calò, Viviani, Antonucci, Canotto – All. Fabio Caserta
ARBITRO: Giacomo Camplone di Pescara
Assistenti: Salvatore Affatato di Vco e Stefano Galimberti di Seregno
IV° Ufficiale: Samuele Andreano di Prato
VAR: Lorenzo Maggio di Lecco
Avar: Salvatore Longo di Paola
Marcatori: 16′ Gliozzi, 23′ Tutino
NOTE: In una grigia pomeriggio invernale, spettatori complessivi 9.078. Tifosi squadra ospite: 1.015
Espulsi: 86′ Marras
Ammoniti: Ponsi, Mazzocchi, Frabotta, Zaro, Zuccon, Riccio
Recupero: 0′ pt – 6′ st

*L’immagine in evidenza è a cura del Modena Calcio