2 settimane

Il maltempo al Nord non ha comunque frenato l’esercito di turisti

I dati parlano chiaro e confermano il trend positivo del post Covid: le strutture ricettive ufficiali hanno, infatti, accolto più di 7 milioni di presenze, con un aumento dell’1,2% rispetto all’anno scorso.
A contribuire alla crescita la forte presenza straniera con il +3,2%. Poche le zone che non hanno tratto i benefici dell’andamento globale. Soddisfatti un po’ tutti gli operatori della galassia turistica.
A Napoli, ad esempio, sono state più di 250 mila le presenze; Genova ha, poi, fatto il pienone con un plebiscitario 98% di strutture occupate; Roma, invece, ha segnato un +24%, mentre il Veneto, tradizionale serbatoio di vacanzieri, ha incassato anch’esso un complessivo 24% in più.
Pioggia battente e acqua alta non hanno, infine, scoraggiato la visita di circa 300 mila turisti a Venezia, la maggior perte dei quali stranieri. Secondo le stime di Coldiretti non è andata male neanche alle località cosiddette di campagna, con oltre un milione e mezzo di presenze negli Agriturismi.