10 mesi

Clima incandescente fra il primo cittadino della città ed il Presidente del Cosenza Calcio

E’ arrivato intorno alle 18:00 di Mercoledì 19 Luglio il Comunicato Stampa con il quale Franz Caruso ha manifestato il suo disappunto verso Eugenio Guarascio: «Mi duole constatare la grave scorrettezza istituzionale della quale si è reso responsabile il Presidente del Cosenza Calcio Guarascio» sono state, infatti, le sue parole.
«Questo inspiegabile atteggiamento, assolutamente incomprensibile – ha ribadito, inoltre, Carusocrea una frattura difficilmente sanabile. Il nostro resta un comportamento di grande responsabilità, attaccati come siamo ai colori della nostra squadra ed al suo futuro. Per queste ragioni avevamo accettato di concedere per 5 anni lo Stadio a condizioni estremamente vantaggiose».
Alle 20:30 circa, puntuale è giunta la replica da parte della Società: «La mancata partecipazione del Presidente Eugenio Guarascio all’incontro di oggi pomeriggio – scrivono da Via degli Stadi non deve essere letta come una scorrettezza istituzionale, ma semplicemente come un’assenza preannunciata e giustificata»
«Del resto Presidente e Sindaco si sono incontrati il 23 Giugno scorso allo scopo di porre le basi per la nuova intesa – ribadiscono, poi, all’interno della Società – e lasciare ai propri collaboratori il compito di individuare le migliori soluzioni tecniche da intraprendere. Evidentemente le alte temperature di questi giorni hanno indotto gli Amministratori a travisare il significato dell’assenza del Presidente portandoli ad annullare l’incontro».
Il Sindaco fa sapere, infine, che verrà individuata «una soluzione autonoma che sarà quella che sottoporremo il 28 Luglio all’attenzione del Consiglio Comunale». Oltretutto, la Società del Cosenza Calcio si è dichiarata «disponibile a fissare un nuovo incontro al fine di superare le incomprensioni e giungere ad una soluzione condivisa per la gestione dell’Impianto per il bene del calcio cosentino».