2 mesi

Un progetto lungo un anno con nuove sensazionali scoperte

Nei mesi di Giugno, Luglio e Agosto, la 6ª Campagna di Scavi al Santuario etrusco e romano del Bagno Grande a San Casciano dei Bagni, ha coronato con le sue inattese ed eccezionali scoperte archeologiche un percorso di ricerca lungo un anno Le nuove sensazionali scoperte sono state raccontate al pubblico lo scorso 4 Agosto in Piazza Matteotti.
All’indomani della scoperta nel 2021 del cuore del Santuario, costituito da una vasca sacra al cui interno le archeologhe e gli archeologi del progetto hanno portato alla luce migliaia di monete romane, più di 40 statue e statuette in bronzo, fra cui lo splendido putto etrusco di San Casciano.
Più di 60 studiose e studiosi di 15 Enti di ricerca si sono avvicendati fra il Sito archeologico ed il Laboratorio di Restauro della Soprintendenza a Grosseto. Dalle analisi fisiche applicate, allo studio dei resti organici e archeometrici, la ricerca ha confermato l’eccezionalità del Bagno Grande di San Casciano, con le sue acque e i suoi tesori.