2 settimane

L’artista lucana, al suo debutto, vince la 74ª edizione del Festival 

E’ stato un successo sofferto, maturato fra bordate di fischi (ma non per lei) e mugugni vari da cui, però, Angelina Mango è uscita sicuramente più forte, nel momento in cui sul Palco dell’Ariston non ha certo smarrito la sua dissacrante semplicità, perché nonostante i suoi 22 anni, è arrivata a questo traguardo dopo essersi consacrata ad Amici di Maria De Filippi.
Figlia del grande Pino Mango e dell’ex cantante dei Matia Bazar Laura Valente è, dunque, riuscita a costruirsi un percorso di tutto rispetto, grazie al suo talento naturale con il quale la cantante, infatti, si è subito dimostrata una delle voci più promettanti nel panorama musicale dei giovani artisti italiani.
Il suo brano, dal titolo La Noia, che porta oltretutto la firma di Madame e Dardust, si è aggiudicato anche il Premio Giancarlo Bigazzi come miglior composizione musicale. Nella top five del Festival sono, infine, arrivati anche Geolier, competitor che sino alla fine ha tenuto col fiato sospeso il pubblico dell’Ariston, Annalisa, Ghali e Irama.