Giuseppe de Candia racconta Luca Carboni alla generazione Z

È in uscita il suo nuovo singolo che omaggia con un riarrangiamento synth pop lo storico brano di Luca Carboni Ci stiamo sbagliando, tratto dal 33 giri Intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film…, album d’esordio del cantautore bolognese

Nel brano del 1984 Carboni dipinge pensieri, dubbi e speranze di una generazione, narrando il fascino della vita in ogni sua sfumatura. La stessa meravigliosa semplicità della vita che oggi vede il suo narratore in Giuseppe de Candia, giovane e talentuoso cantautore pugliese con il desiderio di far scoprire a ragazzi e adolescenti del 2021 come la grande musica d’autore possa essere tuttora compagna di avventure, amori e quotidianità.

«Nonostante sia un brano degli anni ‘80 – sostiene de Candialo trovo ancora perfettamente in grado di essere la voce di qualsiasi generazione, di raccontare la giovinezza in maniera limpida e poetica». E’ una dichiarazione autentica, come nello stile di questa giovane promessa della musica che sa mettersi sempre in sintonia con la sensibilità degli ascoltatori.

Il brano, già disponibile su tutte le piattaforme digitali, è inoltre accompagnato da un curioso videoclip che vede protagonisti l’interprete insieme ad una bambola vestita da fata non a caso citata nel testo di Carboni, ma anche simbolo dell’amore irrealistico e della bellezza irraggiungibile tanto inseguiti nella giovinezza.