Gli Eventi Florensi al Congresso Internazionale di studi gioachimiti

Dal 19 al 21 Settembre nella cittadina di San Giovanni in Fiore, appuntamento con il IX^ Congresso Internazionale di studi gioachimiti. La manifestazione, presentata nel corso di una Conferenza stampa, prevede i cosiddetti Eventi Florensi organizzati dall’Amministrazione comunale.

«E’ la prima volta dalla nascita del Centro Internazionale di Studi Gioachimiti che un’Amministrazione comunale contribuisce con propri eventi alla valorizzazione ed alla promozione dell’attività scientifica e di studi che in esso si sviluppa, fulcro dei Congressi che si organizzano ogni 5 anni – ha dichiarato il Sindaco Pino Belcastro -. Un atto, il nostro, significativo frutto della volontà di concorrere a divulgare e promuovere la figura di Gioacchino da Fiore a cui la comunità florense è indissolubilmente legata».

Si partirà giovedì 19 Settembre, alle ore 9:00 ai magazzini Badiali, con il vernissage della mostra d’arte e di produzioni artistiche legate alla simbologia gioachimita.

Nella stessa mattinata, alle ore 12.30 al termine della prima tranche dei lavori congressuali, sarà inaugurata presso il Museo Demologico la mostra L’Età dello spirito. Dante Alighieri e Gioacchino da Fiore dei maestri Edoardo Bruno ed Ernesto Piccolo.

Venerdì 20, alle ore 21:00, andrà in scena nell’Abbazia Florense la prima opera in musica interamente prodotta in Calabria su Gioacchino da Fiore L’annuncio è una scintilla su testo poetico di S.E. Monsignor Antonio Staglianò, a cura del maestro Luigi Benincasa.

Ogni serata, infine, sarà dedicata all’intrattenimento musicale. Giovedì 19 si esibiranno i Cumededè, mentre Sabato 21 saranno di scena i Calarbresch, Cataldo Perri e lo Squintetto in concerto.

La Conferenza stampa è stata conclusa dall’Assessore alla Cultura della Regione Calabria, Maria Francesca Corigliano che ha dichiarato: «Il Congresso è di grandissimo valore scientifico, come è nelle potenzialità del Centro internazionale di Studi Gioachimiti. Si conferma, pertanto, anche quest’anno, come momento di incontro tra personalità illustri a livello internazionale e veramente esperte nello studio del pensiero di Gioacchino da Fiore»