Il Canale di Suez ancora bloccato

E’ fallito ancora una volta il tentativo di disincagliare la Ever Given a causa del livello dell’acqua insufficiente per la buona riuscita dell’operazione. Lunga 400 metri e pesante 200 mila tonnellate, da Martedì scorso blocca il collegamento fra Mar Rosso e Mediterraneo

Continua a preoccupare lo stallo della nave battente bandiera panamense, che tiene bloccato il passaggio nelle acque del Mediterraneo. Sono, infatti, 369 le imbarcazioni in attesa del transito. Intanto, un rimorchiatore italiano, il Carlo Magno, è arrivato nel canale per aiutare nei lavori finalizzati alla rimozione della Ever Given.

Il Canale di Suez è la rotta marittima più breve fra l’Europa e l’Asia, in cui annualmente passano il 25% delle navi cargo e il 10% di quelle merci che, generalmente, attraversano i mari di tutto il mondo. Nel frattempo, il Presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha ordinato all’Autorità che gestisce il Canale di prepararsi a scaricare i container trasportati dal cargo se dovessero fallire anche altri tentativi.

L’alternativa è la circumnavigazione dell’Africa, attraverso un percorso che richiede due settimane in più di viaggio, con un allungamento medio dei tempi del tragitto del 30% dove le navi, oltretutto, si esporrebbero a rischi come quello della pirateria. La scelta dipende anche dal prezzo del carburante, ancorato alle quotazioni del greggio, che per ora resta pressappoco invariato.