11 mesi

L’evento continua sino al 5 Settembre all’interno di Palazzo Medici Riccardi

L’artista lascia a Firenze alcune splendide testimonianze del suo operato. Si tratta delle volte dipinte per la Galleria degli Specchi e per la Biblioteca Riccardiana. Il Palazzo, tra l’altro, prima grande residenza dei Medici, simbolo del potere di famiglia e del Banco Mediceo, acquisita alla metà del ‘600 dalla famiglia Riccardi, viene così arricchito secondo il gusto decorativo dell’epoca.
La volta della Galleria degli Specchi, una vera e propria sfida all’illusionismo, si presenta come un fulgido racconto di miti, ritmato dalle virtù cardinali poste agli angoli e culminante con la celebrazione dei Medici nel centro, cui i Riccardi erano largamente riconoscenti.
A questa decorazione fa da sfondo la volta della Biblioteca, dove è raffigurata l’Allegoria della Divina Sapienza, che Luca Giordano avrebbe dipinto in soli 5 giorni fra il 1685 ed il 1686. La mostra offre, infine, anche una selezione di circa 50 opere, alcune delle quali mai viste a Firenze prima d’ora, profondamente connesse agli affreschi.