4 mesi

Veronica Lario confessa: «Dopo il divorzio pensavo di aver perso tutto»

La donna si concede ai riflettori TV per parlare di Intelligenza Artificiale, gaming e startup. Ma poi c’è lo spazio per una conversazione più privata, che ha un filo rosso: la vita ricomincia, più forte delle delusioni, dei tradimenti, di ogni scelta imposta e sgambetto.
Basta non arrendersi e dirsi: «Ma forse è possibile! E io ci ho provato». 15 anni dopo la separazione da Silvio Berlusconi, la ‘velina ingrata’, così la soprannominarono dopo l’inchiesta di Repubblica e la lettera denuncia, non poteva più stare con un uomo che frequentava le minorenni.
Se è vero che la ricetta per non recriminare e non soccombere, è stata quella di guardare al futuro, qualcosa sul passato e sulle lezioni che ha appreso, vuole dire. «Dopo il divorzio da Berlusconi pensavo di avere perso tutto, ma mi sono rialzata e ho ricominciato». Ammette l’altalena in cui «la speranza di ricongiungermi in modo equilibrato con la mia famiglia» si alternava a momenti in cui «la speranza era perduta».
Non solo ‘velina ingrata’, dunque, «con la stampa e il potere contro», ma dopo pochi anni arriva la battaglia in Tribunale. Sul mantenimento vince l’ex premier. «Hanno detto che ero miliardaria, ma c’è stata una sentenza che mi ha negato qualsiasi diritto e che ho rispettato. E oggi sono una persona normale, una imprenditrice», nonostante i momenti bui, nei quali si chiedeva se sarebbe stato davvero possibile ricominciare: «Pensavo che per me non ci fosse più nulla, forse ha vinto il potere. Mi sono sentita vessata».

*L’immagine in evidenza è a cura di Daniel Dal Zennaro /Ansa