Restyling allo Stadio San Vito-Marulla ed imminente sorteggio del Calendario di Serie B

Fervono i preparativi per la prossima stagione per cui continua il restyling allo Stadio San Vito-Marulla in quanto le ditte incaricate dal Cosenza Calcio stanno posizionando i 14.800 nuovi seggiolini nei diversi settori per una capienza totale di 21.195 posti.

Intanto, la Lega di B comunica che sarà celebrato Martedì 6 Agosto nella splendida cornice del Chiostro di San Francesco, ad Ascoli, il sorteggio del calendario della stagione 2019-2020 della Serie BKT. Dopo Verona, Palermo, Lerici, Pescara, Cesena e Bari sarà, infatti, la città marchigiana ad ospitare l’evento che potrà essere seguito anche in diretta TV dalle ore 20:00 sia su RAI Sport che DAZN.

La Serie cadetta continua, dunque, la sua tradizione visitando una delle città protagoniste del Campionato, rafforzando sempre di più il legame con il territorio e con i tifosi da sempre elementi imprescindibili, come ha sottolineato lo stesso Presidente di Lega Mauro Balata: «Il rapporto diretto tra il club e il suo territorio è molto importante per costruire una dimensione sociale allargata dello stadio. E questo è il nostro punto di forza ed è uno dei valori che intendiamo descrivere con la presentazione del calendario, che rappresenta il via ufficiale della stagione sportiva, in una delle nostre meravigliose città».

«Per fare ciò – ha concluso Balata – abbiamo scelto un luogo magico, il Chiostro di San Francesco di Ascoli, una delle tante ed ineguagliabili ricchezze del Paese, in uno dei venti territori del Campionato degli italiani, simbolo di storia, fascino e immensa cultura. Un grazie all’Ascoli, al Comune e a tutte le istituzioni per l’accoglienza e la collaborazione nell’organizzazione dell’appuntamento».

Lo scorso anno, ricordiamolo, era stata scelta Cosenza quale città ideale per ospitare il sorteggio, tant’è che gli emissari della Lega avevano indicato il Teatro Rendano quale sede della manifestazione. Dopo ripetuti rinvii l’appuntamento venne definitivamente annullato nel “silenzio assordante” del sistema calcio e del mondo delle istituzioni.

*La foto in evidenza è a cura dell’Ufficio Stampa del Cosenza Calcio