2 mesi

Con l’emanazione di un’Ordinanza il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha deciso una maggiore tutela per gli animali

A causa del caldo torrido e dell’elevato rischio di incendi, alimentati dalla forte siccità e dal vento in molte zone della Toscana, gli animali tenuti alla catena rischiano, purtroppo, la vita quotidianamente.
Da qui il divieto di tale pratica in tutto il territorio regionale, come sancito da un’Ordinanza straordinaria entrata in vigore il giorno successivo alla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana e che rimarrà in vigore fino al prossimo 30 Settembre.
La mancata osservanza degli obblighi sanciti dal provvedimento, fatto salvo aspetti di rilevanza penale per maltrattamento di animali, comporterà l’applicazione di pesanti sanzioni amministrative.