Spirlì chiede al Governo l’azzeramento del debito sanitario della Calabria

Il Presidente ff della Regione Calabria pronto ad incontrare il premier Draghi. L’istanza è già stata avanzata a diversi Ministri fra cui Roberto Speranza Responsabile del Dicastero della Sanità

Dopo aver avanzato la stessa istanza ai vari rappresentanti dell’Esecutivo incontrati in questi giorni a Roma, il Presidente Spirlì presto si rivolgerà al premier Mario Draghi per chiedere, appunto, un incontro in tal senso. «Ho avanzato la richiesta anche al Ministro della Salute Roberto Speranza – dichiarato il Governatore dopo aver interessato alcuni rappresentanti del Governo, fra cui Lamorgese e Gelmini, ma della questione ho investito, tra l’altro, il Segretario Federale della Lega Matteo Salvini».

«A tutti – ha spiegato Spirlìho chiesto l’azzeramento dei debiti dell’Asp di Reggio Calabria e di una parte di quelli dell’intero comparto sanitario regionale. È, questa, l’unica condizione per poter avviare una nuova politica sanitaria in Calabria. Senza questo atto, non serviranno a nulla nemmeno altri cento Commissari ad acta. Di tutto questo – ha concluso – voglio parlare anche con il Presidente Draghi, al quale scriverò per chiedere un incontro il prima possibile».

Intanto, ha firmato una nuova Ordinanza con la quale ha disposto, sino al prossimo 31 Marzo, la zona rossa per i Comuni di Bisignano, Cariati e Samo e la proroga per quello di Sorianello. Nel provvedimento è, inoltre, previsto che «i Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie provinciali competenti, procedano al costante monitoraggio della situazione epidemiologica locale, segnalando tempestivamente all’Unità di Crisi regionale, ogni variazione significativa intervenuta».