2 settimane

Il tycoon in un comizio in South Carolina attacca duramente i partner europei

Se Trump tornasse alla Casa Bianca, lascerebbe gli alleati Nato in pasto a Putin. Anzi, forse lo ha già fatto quando era Presidente, se aveva dato al Cremlino lo stesso segnale di disinteresse a difendere l’Europa che ieri si è vantato di aver lanciato ai leader del vecchio Continente.
Il problema è capire se lo farebbe solo per soldi, o complicità con Mosca. Il Senato a Washington ha risposto alle parole del candidato presidenziale votando una misura procedurale per gli aiuti all’Ucraina, ma resta da vedere se la Camera li approverà, considerando la pressione di Donald affinché non lo faccia.
Parlando in South Carolina, dove il 24 Febbraio si terranno le primarie che rappresentano forse l’ultima occasione per Nikki Haley di fermarlo, Trump ha raccontato questo episodio relativo all’impegno di investire il 2% del Pil nella difesa, in cui la sua minaccia per l’eventuale ritorno alla Casa Bianca è chiara. E siccome parlava al passato, non è escluso che quando era Presidente abbia comunicato lo
stesso messaggio anche a Putin.
«Parole spaventose e pericolose» ha replicato Biden, dove anche alcuni repubblicani hanno criticato Trump, il quale ha trovato il tempo per lanciare altri attacchi agli avversari. Il primo rivolto contro la cantante Taylor Swift, affinché non appoggi Biden, mentre il secondo contro Haley, per il servizio militare del marito Michael la quale, però, ha risposto con toni duri: «Se hai qualcosa da dire, dimmelo in faccia. Se deridi il Servizio di un veterano, non meriti di essere Presidente».