3 settimane

In suo onore Sabato 19 Novembre sarà installata una statua del Ginettaccio in Piazza Bartali a Firenze

Luogo scelto non a caso in quanto Sede del Memoriale di Auschwitz, del monumento ai caduti di Pian d’Albero e dell’Area ludica di Piazza Elia dalla Costa dedicata al piccolo Aronne Cavicchi impiccato a soli 12 anni dai nazisti.
Gino Bartali, nato a Ponte a Ema e vissuto tanti anni in Piazza Elia dalla Costa, è un personaggio molto significativo per i cittadini fiorentini. Apprezzato, oltre che per le sue imprese sportive, per il grande aiuto offerto alla popolazione ebraica durante la Seconda Guerra Mondiale.
Bartali, infatti, approfittando del suo status di ciclista famoso in tutto il mondo, trasportò per mesi, nascosti nel telaio della sua bicicletta, documenti che avrebbero permesso la fuga all’estero di molte persone, altrimenti destinate ai Campi di Concentramento.
Come riconoscimento per questo suo gesto è stato insignito del titolo di Giusto tra le Nazioni nel 2013 e decorato con la Medaglia d’Oro al valor civile. La statua di gesso è alta 3 mt e raggiunge i 3,30 mt sull’alzata dei fiori che Bartali tiene in mano.