Il Presidente dell’Associazione cosentina ‘Giorgio La Pira’ apre all’impegno e alla partecipazione

Sarà inaugurato Martedì 1 Giugno il Punto d’Incontro Giorgio La Pira in Via Medaglie D’Oro, 60 a Cosenza, nei pressi dell’Autostazione

Si tratta di un’occasione di confronto per favorire il dialogo e sostenere la realizzazione di un progetto al servizio della crescita e del Bene Comune. Nella città bruzia, infatti, è già presente l’Associazione intitolata all’illustre Sindaco fiorentino deceduto nel Novembre del 1977, di cui è Presidente Antonio Belmonte. La Pira, militante antifascista, subito dopo il secondo conflitto mondiale è stato membro dell’Assemblea Costituente insieme a Dossetti, Moro e De Gasperi, figure di primo piano del cattolicesimo impegnato in politica.

«Sono convinto che solo attraverso un confronto, aperto e leale, saremo in grado di far rifiorire quei valori che hanno permesso all’Italia di avviare un’importante percorso di crescita democratica – ha dichiarato il Presidente Belmonte, ispiratore dell’iniziativa –. Voglio lanciare un invito ed un appello a tutti i cosentini, che è quello di riscoprire il significato autentico dell’impegno e della partecipazione così come lo è stato per Giorgio La Pira durante il secolo scorso, prima da cittadino e, poi, da Sindaco di Firenze».

L’intellettuale di origini siciliane, infatti, con la sua particolare visione dell’agire politico e sociale, ha lasciato un segno indelebile nella storia d’Italia. Basterebbe ricordare che nel corso della sua vita si è spogliato dei propri beni materiali donando tutto quello che possedeva, lo stipendio di Professore universitario ed il compenso di Sindaco, alle persone umili e bisognose attraverso un’opera  incessante ed infaticabile di tessitura delle relazioni umane basate, per l’appunto, sul principio di solidarietà.