Il Sindaco Occhiuto esulta per il Cosenza riammesso in Serie B

La gioia del primo cittadino non si è fatta attendere in questi frangenti che hanno visto la squadra rossoblù confermare la categoria dalla quale era retrocessa il 10 Maggio scorso: «Sono particolarmente felice dell’esito di una vicenda che aveva fatto ripiombare la tifoseria rossoblù e la città intera in una preoccupante incertezza»

«Finalmente giustizia è fatta – ha dichiarato il Sindaco Occhiutoe la sentenza con la quale il Tar ha rigettato il ricorso del Chievo mette a tacere anche quell’impressione che si era diffusa in questi giorni, secondo la quale sembrava che ci fosse anche una sorta di accanimento contro il Cosenza. Così non è stato ed è giusto esultare di fronte al fatto che la squadra che rappresenta la città sia rimasta nella serie cadetta».

Con queste parole ha commentato la sentenza con la quale il TAR del Lazio ha da poco rigettato l’istanza cautelare del Chievo contro l’esclusione degli stessi clivensi dalla Serie B. «Ho sentito il Presidente del Cosenza Calcio Eugenio Guarascio al telefono – ha, inoltre, aggiunto – e, oltre a condividere con me l’entusiasmo del momento, mi ha assicurato che quest’anno allestirà una grande squadra».

Chiaro che queste parole non possono che portare ulteriori speranze nel popolo rossoblù, anche se le riserve nei confronti dell’Imprenditore di Parenti sono tante e oltretutto giustificate, non foss’altro per il modo in cui ha gestito il mercato in questi anni. In tal senso, Occhiuto ha sottolineato: «Dobbiamo recuperare il tempo perduto in questi giorni di attesa e sono certo che il Cosenza Calcio e la sua Dirigenza sapranno fare i movimenti di mercato giusti per costruire un organico che sia in grado di regalare molte soddisfazioni agli irriducibili tifosi rossoblù che hanno trepidato in questi giorni per le sorti della nostra squadra. Ora guardiamo avanti con fiducia – ha, infine, concluso il primo cittadino – e prepariamoci ad affrontare il campionato di Serie B nel migliore dei modi».