2 mesi

Lunga 2,7 km, da Piazza Rossetti a Boccadasse, ha visto l’impiego di oltre 42 mila ore di lavoro che hanno portato alla realizzazione di 2 mila mq di Aree verdi

Ieri mattina, alla presenza degli Assessori alla Mobilità Matteo Campora e allo Sport Alessandra Bianchi e di un centinaio di cittadini e rappresentanti di Associazioni ciclistiche, un lungo corteo su due ruote si è snodato da Piazza Rossetti a Boccadasse per percorrere, per la prima volta, la pista ciclabile. La partenza vera e propria, però, è stata da Punta Vagno, dove è stato allestito un taglio del nastro e una benedizione impartita dal Parroco Don Luigi Cerea.
«Oggi apriamo alla città quella che è la pista ciclabile più bella d’Italia – ha dichiarato l’Assessore Camporae sicuramente una pista ciclabile all’avanguardia e che, siamo sicuri, farà superare anche le ultime perplessità. È stata un’opera importante da realizzare, non solo dal punto di vista economico e voglio ringraziare tutti quelli che in questi mesi si sono prodigati per far sì che la pista di Corso Italia potesse essere finita in così breve tempo».
Per costruire la pista sono stati rimossi circa 3 mila metri cubi di materiali tra pavimentazione e fioriere preesistenti, che sono state conferite in discarica seguendo le norme ambientali. Le rastrelliere lungo il percorso sono 21, per un totale di 120 posti bici. Nei 2,7 km di percorso sono stati installati 100 nuovi pali con lampade a basso consumo per illuminare sia la pista che la passeggiata e sono state rifatte tutte le intersezioni degli impianti semaforici con l’installazione di centraline di ultima generazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.