12 mesi

Altro passo in avanti per salvare il destino della Fondazione

Alla riunione, tenutasi in un clima cordiale e collaborativo da parte di tutte le Istituzioni rappresentate, hanno preso parte, tra gli altri, il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il Commissario Straordinario del Maggio Fiorentino Onofrio Cutaia, il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ed il Sindaco di Firenze Dario Nardella.
Le parti hanno condiviso l’idea di un piano di rilancio delle attività da sottoporre alla Corte dei Conti e all’Avvocatura dello Stato con l’obiettivo di salvaguardare i livelli occupazionali ed aprire il Maggio Fiorentino a nuove progettualità che valorizzino il Teatro e ne aumentino l’offerta culturale.
Il Sindaco di Firenze ed il Presidente della Regione Toscana hanno, poi, dato atto al Ministro Sangiuliano di aver affrontato con rapidità la questione e che lo stesso si sta impegnando nel trovare una soluzione. La Fondazione lirico-sinfonica è stata, infatta, commissariata nel mese di Marzo scorso per ridarle un equilibrio finanziario ed amministrativo. Al centro dell’incontro la situazione dei 300 lavoratori a rischio cassa integrazione e la questione dei debiti.