3 settimane

L’imprenditrice calabrese, ma di origini napoletane, è stata scelta su proposta di Giuseppe Raiola e Monica Perri

«Perché attraverso il suo impegno sensibilizzi, mobiliti risorse e coinvolga l’Opinione pubblica sui problemi dell’infanzia e dell’adolescenza, testimoniando e promuovendo, la solidarietà ed il sostegno alle iniziative dell’Unicef». Queste le parole contenute nella motivazione che ha accompagnato l’investitura.
Giuseppina Amarelli Mengano è, infatti, nata a Napoli e laureata in Giurisprudenza. Di seguito Docente universitario, Avvocato, Giornalista pubblicista ed attualmente Presidente del Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli di Corigliano-Rossano, città di cui è cittadina onoraria.
«Siamo contenti come Unicef che un Cavaliere del Lavoro, un’imprenditrice, una donna come Giuseppina Amarelli Mengano entri a far parte della nostra famiglia – ha dichiarato Carmela Pace Presidente Unicef Italia -. Siamo certi che con il suo impegno riusciremo a coinvolgere nella promozione dei diritti dei bambini e delle bambine un numero sempre più ampio di persone».
Hanno partecipato alla cerimonia che si è svolta presso la Sede nazionale di Roma, il Direttore Unicef Italia Paolo Rozera insieme a Patrizia Surace quale membro del Consiglio Direttivo, nonché Giuseppe Raiola Presidente del Comitato Regionale della Calabria e Monica Perri Presidente del Comitato Provinciale di Cosenza.