Nonostante le incertezze economiche, migliora la fiducia di Imprese e famiglie per il 2021

Nelle ultime settimane del 2020, il riacutizzarsi dei contagi ha reso necessarie nuove misure di contenimento che hanno frenato la ripresa economica nazionale ed internazionale

Il lockdown in molti casi è stato parziale, determinando effetti eterogenei fra Paesi e Settori produttivi. In Italia, ad esempio, gli indicatori congiunturali hanno mostrato un’evoluzione in linea con quella dell’Area euro. Tant’è che a Novembre, la produzione industriale e le vendite al dettaglio hanno segnato ancora una flessione.

Segnali positivi, invece, hanno caratterizzato l’andamento del mercato del lavoro, con una ripresa della tendenza all’aumento dell’occupazione a cui, di conseguenza, si è accompagnata una decisa riduzione della disoccupazione, scesa all’8,9%.

A fine anno, in ogni caso, si è attenuato il calo generale dei prezzi al consumo, come effetto di una minore deflazione per i beni energetici e di una moderata ripresa della core inflation. Le aspettative, tuttavia, per i primi mesi del 2021 mantengono un elevato grado di incertezza, ma con il nuovo anno la fiducia di Imprese e famiglie ha registrato, per fortuna, un lieve miglioramento.