4 settimane

In occasione del centenario della nascita del poeta e regista italiano la mostra dal titolo Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO, fino al prossimo 26 Febbraio 2023

Il titolo è ispirato alla frase pronunciata dal saggio Chirone nel film Medea del 1969, ad evocare la misteriosa sacralità del mondo. Il mondo arcaico, religioso, del sottoproletariato, un mondo senza classi e senza appartenenze ideologiche, in opposizione a quello della modernità ordinato secondo i principi razionali, laici e borghesi.
La mostra al Palazzo delle Esposizioni presenta, quindi, materiali esclusivamente originali. Un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto ‘corporeo‘ ed inedito del grande intellettuale italiano.
Fotografie vintage, giornali dell’epoca, prime edizioni di libri, riviste sulle quali per la prima volta comparvero interviste, articoli, interventi, e poi dattiloscritti, ciclostilati, filmati, dischi, nastri, e oltre 100 costumi e abiti di scena. Un’esposizione che, in ogni sua parte, parla di amore per le cose e i corpi, nel nome della santità del reale.
Anche gli articoli in riviste e quotidiani dell’epoca vengono esposti nella emozionante integrità della loro prima apparizione ed ‘incarnazione‘ nel mondo. Di ogni citazione, dunque, è non solo indicata ma anche esibita, la fonte nella sua realtà materiale. In questa indagine, insieme ai giornali e alle riviste, il libro come oggetto si fa potente incarnazione della parola e assume forse la parte più importante del corpus pasoliniano.