4 settimane

Entrambe reduci da una sconfitta, si dividono la posta muovendo la Classifica. Per i Lupi primo pari della Stagione

Una partita iniziata a ritmi blandi, ma che al 17′ improvvisamente si accesa quando Favilli, approfittando del clamoroso buco difensivo di Rigione, ha depositato il pallone in rete per il vantaggio della Ternana. Un goal da manuale si direbbe, quasi un rigore in movimento, ma resta da ascrivere all’attaccante il merito di aver calciato con freddezza e lucidità a pochi passi dalla porta.
La squadra di Dionigi, a quel punto, ha provato ad organizzare una reazione, anche se l’atteggiamento con il quale è entrata in campo non è, sicuramente, apparso dei migliori. Poca convinzione nel pressare gli avversari ai quali ha lasciato ampi spazi di manovra, tenendo soprattutto larghe le mercature.
Solo dalla mezz’ora in poi i calabresi hanno deciso di imprimere, con maggior piglio, più vigore alle proprie giocate, mettendo in difficoltà i rossoverdi, che in più di un’occasione si sono mostrati nervosi e facilmente irritabili.
Al 41′ D’Urso, da calcio da fermo, ha colpito la parte alta della traversa, con una traiettoria un po’ lenta ad inarcata. Al 44′ sempre Favilli ha rischiato ancora una volta di far male al Cosenza, questa volta, però, graziato dall’imprecisione dell’attaccante umbro.
Cosicché il primo tempo si è concluso sul risultato di 1 a 0 a favore delle Fere. Nella ripresa i Lupi sono partiti subito all’assalto e al minuto 47′ l’arbitro Zufferli ha fischiato un rigore per i rossoblù, ma richiamato dal VAR, ha prima espulso Sorensen per fallo da ultimo uomo e, poi, concesso una punizione del limite dell’area per i calabresi.
Sta di fatto che Brignola, nel calciare la stessa, ha dipinto un autentico capolavoro lasciando Iannarilli immobile sulla linea di porta, per il pareggio dei silani. Il Cosenza, ormai sempre più lucido e determinato nel tentativo di far suo il risultato ha, comunque, cercato di approfittare della superiorità numerica, senza tuttavia riuscire a castigare gli avversari, anche se il solito Brignola al 73′, con un tiro a giro, ha provato a sorprendere la retroguardia rossoverde.
Al 93, a parti invertite, si è ripetuto nuovamente il ‘siparietto‘ del Direttore di gara, con un rigore questa volta concesso alla Ternana per presunto fallo di Vallocchia su Partipilo, tranne in seguito (sempre da parte di Zufferli), ritornare sui propri passi per il netto ed evidente anticipo del centrocampista cosentino.
Penalty, quindi, annullato e risultato finale di 1 a 1, con Rigione che nei muniti di recupero è riuscito a riscattarsi con un anticipo provvidenziale su Coulibaly, mentre non è stato da meno Matosevic su pericolosa conclusione di Moro. Poteva, in realtà, finire peggio specie perché l’undici (meno uno) di Lucarelli, nonostante tutto, non si è mai lasciato intimorire.
Anche mister Dionigi è convinto che la prova di Terni contribuisce a dare più certezze alla squadra, assicurando «una crescita dal punto di vista della personalità». Prossimo avversario dei calabresi, l’ostico Bari di Mignani atteso al San Vito- Marulla nel primo pomeriggio di Sabato 10 Settembre per un confronto che, sul palcoscenico della Serie B, manca addirittura da 20 anni.
IL TABELLINO DEL MATCH:
TERNANA: Iannarilli, Sorensen, Palumbo (79′ Coulibaly), Di Tacchio, Favilli (66′ Falletti), Capuano, Partipilo, Defendi (66′ Diakite), Cassata (54′ Bogdan), Agazzi (79′ Raul Moro), Corrado A disposizione: Krapikas, Proietti, Donnarumma, Mantovani, Rovaglia, Paghera, Ghiringhelli All.:  Vanigli (Lucarelli squalificato)
COSENZA: Matosevic, Brescianini, Rigione, Larrivey (25′ st Butic), D’Urso (25′ st Venturi), Brignola, Panico (19′ st Gozzi), Vaisanen, Martino, Florenzi (19′ st Merola), Voca (36′ st Vallocchia) A disposizione: Marson, Calò, Meroni, Sidibe, Zilli, Arioli, Prestianni All.: Dionigi
ARBITRO: Luca Zufferli di Udine
ASSISTENTI: Pasquale Capaldo di Napoli e Andrea Niedda di Ozieri
IV UFFICIALE: Filippo Giaccaglia di Jesi
VAR: Alessandro Marinelli di Jesi
AVAR: Marco Scatragli di Pesaro
MARCATORI: 17′ Favilli (T), 53′ Brignola (C)
NOTE: Spettatori: 4.303 di cui 508 ospiti
Ammoniti: 29′ Partipilo (T), 35′ Favilli (T), 45′ Florenzi (C); 58′ Voca (C), 61′ Panico (C), 67′ Palumbo (T), 83′ Martino (C)
Espulsioni: 49′ Sorensen (T)
Recupero: 1′ pt; 6′ st

*L’immagine in evidenza è a cura della Ternana Calcio