3 settimane

Il Ministro dell’Istruzione chiede la bocciatura per i vandali

«Chi occupa e fa danni si mette fuori dalla Comunità scolastica, dovrebbe essere bocciato». Con queste parole il Ministro Valditara ha commentato gli incidenti dei giorni scosi, facendo visita a sorpresa al Liceo Severi Correnti di Milano. Poi, però, per non apparire un reazionario, ha aggiunto: «È solo un’idea, la esprimo sommessamente. Chi non è d’accordo, però, non ha capito cosa sia una Scuola».
Martedì 30 Gennaio, alcuni studenti sono entrati incappucciati nell’Istituto, hanno spaccato vetrate, divelto gli estintori e sparso nei corridoi la schiuma antincendio. Hanno buttato i computer e le lavagne elettroniche nella spazzatura, inzuppando i muri dei corridoi di slogan e inutili tag.
Il disastro è stato valutato in 70 mila euro. Molti degli alunni, il 2 Febbraio, hanno provato a contenerlo portandosi in gruppo a pulire, insieme ai genitori. «Le occupazioni creano gravi danni alla collettività, privano gli studenti del diritto allo studio e impediscono l’attività amministrativa delle Scuole. Non devono più essere tollerate» ha, infine proseguito Valditara.